8X04 “THROWBACK”

Previously on Pretty Little Liars…

Willa : E’ scomparsa…

Willa : L’ho cercata ovunque, credo di aver sentito un urlo.
Dom : Sono Dom Ducati, il vostro professore di musica.
Claire guarda il professore e sa di averlo già visto mentre riceve un messaggio
“Certi volti non si scordano, vero Raquel ? – B”
Il telefono di Willa squilla e arriva un messaggio“ Non so come dirtelo, ci sto provando da anni ma non trovo il coraggio…”
Hadley scappa e arriva un messaggio sul cellulare di Ava
Aria : Devo andare in Papuasia a conoscere nostro figlio
Caleb : No, andrai tu da sola… altro che lavorare, devi rilassarti e pensare al bambino. Ti prometto che ti creerò la migliore app di sempre.
Hanna : Oh Caleb che bel pensiero, ma sarà pronta in pochi giorni vero?
Caleb : Si, assumerò qualcuno e mi farò aiutare.
Brad : Abbiamo trovato il cadavere di Addison Derringer.
Brad : Vi consiglio di non lasciare la città, scoprirò chi l’ha uccisa.
Tutte : “Sono tornata, so tutto e vi distruggerò una volta per tutte –B”
Addison : Così sei Claire, tutta casa e chiesa di giorno e Raquel, spogliarellista e schiava del sesso di notte.. dico bene ?
Claire : Scusami ma devi aver sbagliato persona .
Addison : Non credo proprio
Claire  se ne sta per andare ma Addison la ferma…
Addison: Il tatuaggio Claire, non l’hai coperto bene col fondotinta
Caleb : Brenda ??? Che ci fai qui ?
Brenda : Hai messo un annuncio dove cercavi un programmatore senior no?
Ava : Capirai, la più popolare sia in vita che dopo la morte
Quando le ragazze escono, squillano tutti e quattro i cellulari e arriva un messaggio :

“Mi avete colpito e io colpirò voi… Cadrete una dopo l’altra – B”
Addison : Ah e quindi rubi tu i soldi ottenuti in modo losco ? Non me lo sarei mai aspettato da te, Ava
Ava : Ti prego non dirlo a nessuno, mia sorella ha bisogno di quei soldi. Senza quelli, morirà, devo salvarla.
Addison : Non ti preoccupare, sarà il nostro segreto… le amiche condividono i segreti, non lo dirò a nessuno…

pretty little liars

INTERNO – MATTINA – LICEO DI ROSEWOOD

Le ragazze sono in corridoio e discutono della seduta di Ava.


Claire: Ava, ma allora è stato davvero così tremendo?
Ava: Si, ragazze tanto che sono scappata da quel lettino
Willa: Ma perché?
Hadley: Non ti ha messo a suo agio ? Strano, ho sentito dire che sembra di parlare con un tuo familiare.
Ava: Si ma non è quello
Willa: E allora dicci cosa è…. Dobbiamo andare tutte noi e se è qualcosa di traumatico, io non vado.
Hadley: Ma non sarà nulla di traumatico, vero Ava ?
Ava: No, ragazze la dott.essa Choc mette a suo agio però ti fa ricordare delle cose che probabilmente non avresti voluto ricordare.
Claire: Ma Ava è proprio quello il motivo per cui sei andata, dobbiamo ricordare che cosa abbiamo fatto e perché B ce l’ha tanto con noi.
Ava: Si, lo so ragazze ma è stato troppo, davvero troppo.
Willa: Ava non ti ho mai vista così, sei ancora sconvolta.
Hadley : Allora chi va di noi, per chi devo prenotare?
Claire: No ragazze, non so voi ma io passo
Willa : Scusa Had, ma neanche io me la sento
Hadley: Ok ho capito andrò io… ma hai ricordato qualcosa che ci può aiutare ?
Ava: No ho ricordato qualcosa che riguarda me, solo me stessa e basta, devo ancora capire che cosa può voler dire e non sono pronta per parlarvene.
Claire: Prenditi il tuo tempo
Hadley : Si, certe cose è meglio dirle quando si è sicuri di saperne il significato
Willa: Eh… sono d’accordo

Vediamo una busta sul tavolo del professor Ducati, nella busta c’è la foto che -B ha stampato nel precedente episodio.

SIGLA

ESTERNO – MATTINA – SET DI “NOW AND THEN”


Ezra è sul set del film con un’attrice di nome Polla.

Ezra : Tu devi essere l’attrice che interpreta Aria vero?
Polla: Si, tu sei il famoso produttore Ezra Fitz, no?
Ezra : Famoso… ho diretto delle pubblicità di divani, non so se ti riferisci a quelli
Polla: Si, per me sei famoso… sei un uomo che ha un’azienda, sei un uomo che sa quello che vuole.
Ezra : Si e sono anche sposato.
Polla: Ah non sono gelosa ahahahha. Sai io sogno un futuro top, ho studiato per tutta la mia vita per avere questo ruolo e non intendo farmelo sfuggire. Non voglio stare con dei polli ma con uomini di successo come te.
Ezra: Ah quindi conosci la vita di mia moglie Aria ?
Polla: Si, so che lavora nel campo della moda.
Ezra: No, lavora nel campo dell’editoria. La moda è il suo hobby
Polla: Ah ma non parliamo di lei, io sono tutta sola, tu sei tutto solo, ci prendiamo un drink stasera ?
Ezra: Mi spiace ma non posso prendere i drink con le mie attrici e fai bene attenzione a mia moglie… una volta ha fatto cadere una ragazza da un palco e non ci provava nemmeno…
Polla: NCS ma capisco, ok torno a ripassare la parte. Spero di essere presa.

INTERNO – MATTINA – CASA DILAURENTIS/FIELDS


Emily sta preparando la colazione con le bambine quando arriva Alison già vestita.

Emily: Che dici Lily, piacerà alla mamma questa marmellata alle pere… o forse è meglio questa alle arance. Si prepariamole anche due fette biscottate imburrate. Oh Alison.
Alison: Buongiorno Em.
Emily: Alison, non fai neanche colazione ?
Alison : No, ho fretta, sono già in ritardo, mi aspetta il detective Straight.
Emily: Ma sono le 9 del mattino, che vuole questo detective da te ?
Alison: Mi dispiace Em, ma non posso parlartene
Emily: E a che ora torni?
Alison: Non lo so, spero di essere a casa dopo pranzo
Emily: Ma alle 13 abbiamo l’appuntamento con GianFrancesca.
Alison : Con chi scusa ?
Emily: La wedding planner. Oggi ci deve parlare delle sue idee sulla location
Alison: Ah quella che non si capisce neanche quando parla, vai tu, tanto mi sa che sei l’unica al mondo a capirla.
Emily: Ma è il nostro matrimonio, dovremmo decidere insieme…
Alison: Ah ora dovremmo decidere insieme ? L’altra sera non mi hai calcolato e ti sei messa a ridere con quel trionfo di trash, mentre io cercavo di capire che cosa stesse dicendo. Ho capito solo che mi ha chiamato Paige.
Emily : Ma dai che si è confusa, le ho parlato di Paige e ha fatto 2+2
Alison : Certo se le hai parlato di Paige è normale pensare che io sia Paige.
Emily: E tu che te ne sei andata, pensi che mi abbia fatto fare una bella figura? Hai parlato di questo detective, chissà cosa avrà pensato GianFrancesca.
Alison: Ma chi se ne frega di che pensa quella…buona giornata. (sbattendo la porta)

INTERNO – MATTINA – LICEO DI ROSEWOOD

MV5BMjIxMzYyNjMwNl5BMl5BanBnXkFtZTcwNzUxMjM1Ng@@._V1_

Willa

Willa è nel corridoio, si avvicina un ragazzo e lei tenta di allontanarlo. Sta guardando il suo cellulare quando appare un ragazzo moro.

Ragazzo: Sei Willa Rose? Sono Bernardo LaMazza, sei la ragazza più bella del liceo, ti va di venire al cinema con me stasera ?
Willa : Ti ringrazio ma non posso, mio padre non mi lascia uscire la sera.
Ragazzo: Beh allora oggi pomeriggio, ti passo a prendere e facciamo un giro in moto
Willa: Grazie ma ho già un impegno.
Ragazzo: Ho capito, posso darti questo? E’ un disegno che ho fatto pensando a te.
Willa : Grazie

Il ragazzo si allontana e si avvicina Maddy.


Maddy: Willa, complimentoni, hai fatto colpo su Bernardo LaMazza.
Willa : Su chi ?
Maddy: Il più figo della scuola… le mie amiche ci provano da quando è iniziata la scuola e non le dà corda e invece a te porta i disegni.
Willa: Ah, scusa ma devo andare in classe…

Willa butta nel cestino il disegno di Bernardo, che viene recuperato da Maddy.

INTERNO – MATTINA – UFFICIO DEL DETECTIVE STRAIGHT


Il Detective Straight fa entrare Alison nel suo ufficio.

Alison: Salve detective, allora ha avuto novità su quel vestito?
Brad: Nessuna, la scientifica lo sta analizzando e dovrei avere delle risposte nei prossimi giorni. Se non le dispiace signora DiLaurentis, riprendiamo il suo racconto
Alison: Ah sarà molto difficile andare avanti ma ci proverò… avevo giurato a Cyrus che non me ne sarei mai andata da casa sua se no lui avrebbe rivelato a tutti che ero viva ma non riuscii a mantenere la promessa quando seppi che la mia cara amica, oggi fidanzata, Emily era in pericolo e decisi di rischiare il tutto per tutto per salvarla. Mi misi d’accordo con suo padre e andai a Rosewood e riuscii a salvarle la vita, a tirarla fuori in tempo. Fui molto contenta di vederla e al mio ritorno scoprii che Cyrus non si era accorto di nulla, suo padre mi aveva coperto dicendo che ero andata a comprare del materiale per lui. Purtroppo però la cosa si dovette ripetere per altre due volte quando la mia amica Aria era vittima della nuova fidanzata di suo padre, che voleva rubare i miei diari per evitare che si venisse a sapere che aveva abortito in segreto e quando la mia amica Spencer venne rinchiusa al Radley e tutti la credevano pazza. Dovevo andare da loro per aiutarle, erano le mie più care amiche e dovevo farlo. Purtroppo però Geppetto non riuscì a coprirmi e Cyrus scoprì tutto. Quando tornai lo trovai sulla porta ad aspettarmi, mi prese e mi fece cadere dalle scale, poi prese un coltello e mi ferì al ginocchio…. Sento ancora quella ferita dopo tutti questi anni…. Mi fece male, molto male, provai a fargli capire che le mie amiche rischiavano di morire ma a lui non interessava, più provavo a scusarmi, più mi picchiava. Urlavo ma nessuno mi sentiva, eravamo in un sotterraneo io e lui e nessuno poteva sentire la mia disperazione. Mi scusi detective avrebbe un bicchiere d’acqua ?
Brad : Certo, signora DiLaurentis, facciamo così, continuiamo domani, ho un interrogatorio da fare e lei è visibilmente provata.
Alison: Ok allora la saluto, a domani.

INTERNO – MATTINA – UFFICIO DI GIANFRANCESCA PICOZZI


Emily si trova nell’ufficio di GianFrancesca.

GianFrancesca: We nennè, e com’è ca stai sola sola? Allison aró l’hai mes?”
Emily: Si chiama Alison e non è potuta venire.
GianFrancesca: Ma foss succies coccos c’o marisciall?
Emily: No, è a scuola… allora parliamo di questo matrimonio?
GianFrancesca: A faccia mia e com nun putimm parlà! Allora inizialmente stevo pensando che le maniglie del castello essan essr in oro zecchino, com i soldini e Pinocchio, c simm miezz a tavola iamm a cogliere dueddue rose e le pittiamo di blu e miezz e ros due candele a forma di faggianella bianca. E’ tovagl anna essr di pizzo, possiamo usare quelle del corredo di nonna Ciruzza mia, pace all’anima santa soja. Rind a sala i muri li foderiamo di edera arrampicata cu limoni e Sorrento, puparuoli piccanti e corni di capra contro il malocchio..
Emily: Si, però passiamo dal castello al centrotavola ?
GianFrancesca: E tien raggion pur tu oi! Mi devi perdonare nennè ma in songo appassionafa e stevo pensando al matrimonio mio! Per entrare al castello possiamo ausare na carrozza trainata da pony pomellati e davanti all’entrata c mttimm n’arc e palloncini sfuscsia con i coriandoli dentro che poi pi facciamo scassare ra e’ criatur cu na mazzarella chiena chiena e luccichini!
Emily: Bambine? Si, potremmo farlo fare a Lily e Grace.
GianFrancesca: E chi so ste criature?nipotine vostre?
Emily: No, le nostre figlie.
GianFrancesca: Uuuuh mamma mia e che bellezza! P ‘o buffè nu pranz luongo luongo e ci schiaffamm dduj antipast, dduj prim e dduj secondi e tra na portata e l’altra nu bell concertin e nu cantant verac! Puoi scegliere tra Annarella, Peppin u scurnacchiat e Katiuscia e femmena e strada!
Emily: Ci sai proprio fare eh…
GianFrancesca : E allora te l’aggio addetto ca i fatic c’o cor! A conclusion na bella torta e diec strati e na a tarantella e di buon augurio!”.
Emily: La Tarantella ? non è meglio qualcosa di più romantico?
GianFrancesca:  Nun s po dicer e no alla tarantella si parlamm e matrimonio alla Picozze, nennè, come bomboniere aggio pensato a delle miniature che rappresentano na mmerd e vacc cu nu per ngopp, che portano bene!.
Emily la guarda e sorride in modo piuttosto dubbioso…

INTERNO – POMERIGGIO – NIGHT CLUB

C_2_foto_51961_image (1)

Dom

Il professor Ducati si è recato al night club ma c’è solo il barman.

Dom: C’è nessuno??
Barman: Dom, il locale è chiuso, sai benissimo che apre alle 23.
Dom: Lo so, ma speravo di parlare col proprietario.
Barman: Non c’è. Come ti posso aiutare ?
Dom: Conosci una ragazza di nome Claire, che fa la spogliarellista qui?
Barman: Non c’è nessuna Claire.
Dom: Andiamo amico, è importante
Barman: Hai una foto ? Sai non memorizzo molto bene i nomi delle ragazze ma altro si.
Dom mostra la foto di Claire che le ha mandato – B
Barman: Ma questa è Raquel !
Dom: No, lei si chiama Claire e ha 15 anni.
Barman: Amico, non dire balle, con quel corpo ne ha almeno 18.
Dom:  Ti dico di no, va ancora al liceo
Barman: Ma è assurdo, Alexsander non avrebbe mai permesso a una minorenne di esibirsi. Sai bene che spettacolini sono.
Dom: Lo so probabilmente ha fornito documenti falsi. Ma tu mi devi aiutare, dobbiamo liberare questa ragazza e farle vivere la sua vita.
Barman: Saprei io come farle vivere la vita
Dom: ALT. Ricordati che è minorenne.
Barman: Ma scherzavo. Ora ne parlo con Alexsander e vedo di risolvere sto casino. Non la prenderà bene.
Dom: Lo so, grazie.

INTERNO – POMERIGGIO – SALA GIOCHI


Ava sta lavorando alla cassa quando arriva il suo capo Tamarro.

Ava: Signore, ecco il suo resto.
Tamarro : Ammazza Ava, sei sempre più brava. Fatte abbraccicà.
Ava : Grazie Tamarro, com’è andata in palestra ?
Tamarro: Non ho ancora finito, me sto accallando, so’ passato solo a vedè come annava. Ma qui va sempre bene grazie a te. Almeno te non me rompi le palle.
Ava: Grazie ma faccio solo il mio lavoro
Tamarro: No Ava, sì nà ragazza da acchiappà , non sì come la mia ex, Coatta che faceva la cubista nei locali, faceva la lap dance intorno al palo, ‘mbriaca come una cucuzza, facendo vedere er culo a tutti e la dovevo mantenere, le ho dato er meglio de me e mà lasciato.
Ava: Mi dispiace tanto Tamarro, ecco perché non la vedevo più con te.
Tamarro: Aripeto, menomale che ci sei tu che porti avanti sta baracca e me permetti de sfogamme in palestra… con te sto in una botte de ferro. Non vojo accoramme pe’ lei. Ormai m’arimbalza.

INTERNO – POMERIGGIO – UFFICIO DELLA DOTT.ESSA CHOC


Hadley è pronta sul lettino della dott.essa Choc per la sua seduta.

Carnelita: Allora Hadley sei pronta? Spero vada meglio della tua amica. A proposito come sta ?
Hadley: Bene, mi ha chiesto di chiederle scusa da parte sua ma aveva un impegno importante ed è dovuta scappare.
Carmelita: Nessun problema, mi ero preoccupata per lei,. Sai per me è come una figlia.
Hadley: Si, comunque sono pronta.
Carmelita: Allora iniziamo… chiudi gli occhi e dimmi che cosa vedi…
Parte il flashback di Hadley con Addison a casa di Hadley.

Addison: Ma sei sicura che sia qui il libro di tua madre ?
Hadley: Mia madre ha detto di si… deve essere in questa libreria
Addison: Ma non possiamo certo stare tutto il pomeriggio qua
Hadley: Addi, se vuoi andare, ti chiamo quando l’avrò trovato.
Addison: No dai stupidina scherzavo, ti aiuto… dai forse ho trovato qualcosa… Maya St.Germain. Chi è Maya ?
Hadley: Mia zia
Addison: Ma questo è un diario segreto… “Caro diario, oggi ho avuto la conferma che Alison DiLaurentis è viva e non so se dirlo ad Emily, ho paura che mi lasci una volta scoperto che Alison è viva. Non lo vuole ammettere ma sono convinta che sia innamorata di lei”
Hadley: La smetti di leggere cose private e mi dai una mano a cercare il libro?
Addison: Ma non hai capito… Alison DILaurentis e Emily, quelle stronze della prof.essa di letteratura inglese e la coach di nuoto… tua zia aveva scoperto che era viva e di sicuro l’ha detto a Emily e lei non l’ha cercata per stare con tua zia. Posso usare questo diario per farle lasciare, bleah mi fanno vomitare.
Hadley: No Addi, quello è un diario privato di mia zia, non ti permetterò di prenderlo.
Addison: Vediamo se riesci a prendermi…

Addison corre col diario fuori da casa St.Germain e l’immagine torna ai giorni nostri.
Carmelita: allora Hadley che hai ricordato?
Hadley: Maya sapeva e Addison ha preso il diario.
Carmelita: Bene, chi è Maya e che cosa sapeva?
Hadley: Mi scusi dott.essa Choc, ora devo andare ma mi è stata davvero molto d’aiuto.
Carmelita: Mi fa piacere cara Hadley, l’ho fatto col cuore. Dì alla tua amica Willa che domani può venire.
Hadley: Glielo dirò. Grazie ancora.
INTERNO – SERA – NIGHTCLUB

MV5BYTcwZjQwMjYtMjNhOC00NTM5LWI3YmItMGIxMTgxZGY3NDdmL2ltYWdlXkEyXkFqcGdeQXVyNzA5OTc4MzE@._V1_UX214_CR0,0,214,317_AL_ (1)

Claire

Claire entra nel locale ma il suo pass non è valido.

Claire: Franklin, ci deve essere un errore, mi dice PASS NON VALIDO.
Franklin: Nessun errore, non puoi entrare, Claire.
Claire: Chi è Claire? Io sono Raquel
Franklin: Raccontalo a un altro… buona serata Claire.

Claire sta per andare via quando viene chiamata dal prof Ducati in macchina.

Dom: Claire, sali in macchina.
Claire: Prof… Prof Ducati, che ci fa qui ? E perché dovrei salire in macchina?
Dom: Dobbiamo parlare, sali che ti accompagno a casa.
Claire: Ho la mia macchina.
Dom: Allora sali che dobbiamo parlare…

INTERNO – SERA – SCENA B FINALE

Vediamo B inviare un messaggio

“Non so come dirtelo, ci sto provando da anni ma non trovo il coraggio per dirti che ti amo Hadley. Sei tutto per me, non ce la faccio a esserti solo amica”

FINE

Scritto da Marco Archibald Drake
Diretto da Marco Archibald Drake
Revisionato da Greta Hamad e Claudia Lamastra
Per l’accento di GianFrancesca si ringrazia Emma Kebabenito Brancato.

copione8x04

personaggi8x04

8x04

8X03 “BUT YOU CAN’T FORGET WHAT YOU CAN’T REMEMBER”

Previously on Pretty Little Liars…

Willa : E’ scomparsa…

Hadley : Che intendi dire, in che senso è scomparsa ?
Willa : L’ho cercata ovunque, credo di aver sentito un urlo.
Dom : Sono Dom Ducati, il vostro professore di musica.
Claire guarda il professore e sa di averlo già visto mentre riceve un messaggio
“Certi volti non si scordano, vero Raquel ? – B”
Il telefono di Willa squilla e arriva un messaggio“ Non so come dirtelo, ci sto provando da anni ma non trovo il coraggio…”
Hadley scappa e arriva un messaggio sul cellulare di Ava
“Le amiche non parlano, le macchinette si, purtroppo per te – B”.

Spencer : Eh ragazze purtroppo ho pessime notizie : mi ha chiamato Mona dicendomi che Alex e Mary sono scappate dal suo covo in Francia e mi aspetta per andarle a cercare
Aria : Devo andare in Papuasia a conoscere nostro figlio
Caleb : No, andrai tu da sola… altro che lavorare, devi rilassarti e pensare al bambino. Ti prometto che ti creerò la migliore app di sempre.
Hanna : Oh Caleb che bel pensiero, ma sarà pronta in pochi giorni vero?
Caleb : Si, assumerò qualcuno e mi farò aiutare.
Brad : Abbiamo trovato il cadavere di Addison Derringer.
Brad : Vi consiglio di non lasciare la città, scoprirò chi l’ha uccisa.
Hadley : Il vestito rosso di Addison…
Willa : Ragazze ma è bagnato… oh mio Dio ma questo è sangue !
In quel momento squillano i quattro telefoni
Tutte : “Sono tornata, so tutto e vi distruggerò una volta per tutte –B”
Addison : Così sei Claire, tutta casa e chiesa di giorno e Raquel, spogliarellista e schiava del sesso di notte.. dico bene ?
Claire : Scusami ma devi aver sbagliato persona .
Addison : Non credo proprio
Claire  se ne sta per andare ma Addison la ferma…
Addison: Il tatuaggio Claire, non l’hai coperto bene col fondotinta
Caleb : Brenda ??? Che ci fai qui ?
Brenda : Hai messo un annuncio dove cercavi un programmatore senior no?
Ava : Capirai, la più popolare sia in vita che dopo la morte
Quando le ragazze escono, squillano tutti e quattro i cellulari e arriva un messaggio :

“Mi avete colpito e io colpirò voi… Cadrete una dopo l’altra – B”

pretty little liars
INTERNO – MATTINA – LICEO DI ROSEWOOD

Le ragazze sono in corridoio e discutono dell’ultimo messaggio di B.

Ava : Vi colpirò come mi avete colpito voi…
Claire : Cadrete una dopo l’altra
Hadley : Ma cosa vuol dire ??
Willa : Ragazze, diciamoci la verità, abbiamo bisogno d’aiuto.
Claire : D’aiuto ? e da chi ??
Hadley : Una terapista, la dottoressa Choc per esempio, ho sentito che è molto brava e ha aiutato tante persone.
Willa : Ma non ci penso neanche a raccontare le mie cose private a una strizzacervelli, se lo volessi, andrei al Grande Fratello.
Claire : E poi cosa diciamo che una certa B ci minaccia ? Ci chiuderebbe in un manicomio, altro che aiuto.
Ava: Si, ma Hadley ha ragione, ragazze, se vogliamo capire quel messaggio, dobbiamo farci aiutare da qualcuno.
Hadley : Si, tra l’altro questi medici devono mantenere il segreto professionale
Claire : Quindi non direbbero nulla ? Neanche ai nostri genitori ?
Hadley : No e noi potremmo capire chi è B e cosa vuol dire quel messaggio.
Willa : Ok, mi hai convinto Had , andiamo oggi pomeriggio da lei ?
Ava : Si, ci sto.
Hadley : Bene, allora chiamo e chiedo un appuntamento.
Claire : Speriamo bene.

SIGLA

INTERNO – MATTINA – CASA DI CALEB RIVERS.

Caleb ha appena fatto il caffè e sta parlando con Brenda.

Brenda : allora Caleb Rivers, cosa ti porta a mettere un annuncio per chiedere aiuto, tu  che non hai mai avuto bisogno di nessuno?…
Caleb : mi sono sposato e…
Brenda : Ah e ti sei rammollito
Caleb : no al contrario, sto per avere un figlio e…
Brenda : Caleb Rivers padre di un marmocchio, non me lo so immaginare.
Caleb : Si, mia moglie Hanna sta per partorire e mi ha chiesto un’app particolare.
Brenda : Vuole poterti spiare anche quando sei in bagno ?
Caleb : No no, vuole sapere le condizioni migliori per partorire
Brenda : Ma che stronzata colossale…
Caleb : Ma no, lei è una donna molto pignola e vuole dare il meglio a questo bambino.
Brenda : Ma non può semplicemente rilassarsi e pensare a partorire ?
Caleb : Beh si, però mi ha chiesto questo favore e intendo portarlo a termine.
Arriva un messaggio…
Hanna : “Tesoro mio ma è pronta l’app ? te ne sei scordato ?? io devo sapere se posso bere il succo di frutta alla pera dalla bottiglia o fa male al bambino. Ti amo ma muoviti”.
Brenda : Che messaggio ridicolo… queste sono pippe mentali
Caleb  sbotta… Hanna come faccio a scordarmene se me lo ricordi  ogni secondo della giornata?
Brenda : Sento che amerò quest’app.

INTERNO – MATTINA- LICEO DI ROSEWOOD

Willa e Hadley stanno parlando nel corridoio del liceo.

Hadley : Wil, che hai ? ti vedo strana oggi.
Willa : Ho cambiato idea, Had, non voglio venire dalla dottoressa Choc.
Hadley : E perché ? di cosa hai paura ?
Willa : Beh non è facile dirlo così
Hadley : Wil, lo sai che puoi dirmi tutto quello che vuoi… che problemi hai ?
Willa : Beh ecco, è da molto tempo che sento che…

Appare Maddy

Maddy : Had, sei pronta per farmi quel disegno sul diario ?
Hadley : Beh in realtà Willa mi stava parlando
Maddy : Ma me lo avevi promesso… dai Had
Hadley : Si, è vero… Wil, ti dispiace ?
Willa : No, figurati, non era niente di che… ne possiamo parlare in un altro momento
Hadley : In realtà mi sembrava importante, ti prometto che ne riparleremo.
Willa : Non ti preoccupare Had…
Maddy : Dai vieni…

Willa guarda Hadley e Maddy andare via e ha lo sguardo sconsolato, Emily da lontano lo nota.

INTERNO – MATTINA – LICEO DI ROSEWOOD

La professoressa GoOut sta prendendo il caffè con una collega quando arriva il professor Ducati.

Collega : Hai capito che ho chiesto quali sono i tre oceani e mi hanno risposto : Atlantico, Mediterraneo e Adriatico.
Mary : No Fiorgilda, io esco. Questi ragazzi sono troppo ignoranti, non vedo l’ora di andare in pensione
Collega : E non ti mancherebbe tutto questo ? dopo 15 anni di insegnamento ? sei sicura?
Mary : Al 100%. Ora andiamo via da qui che ho la nausea.
Mary : OH MIO DIO E LUI CHI E’ ?
Collega : Si chiama Dom Ducati, il professore di musica
Mary : Gli suonerei volentieri il flauto….
Collega : Mary, non essere volgare…
Mary : Ma che hai capito, parlavo del flauto… suonerei il flauto con lui…
Mary : Ciao Dom, io sono Mary
Dom : Piacere, Dom… cosa insegni ?
Mary : Ingrav… inglese, lingua inglese
Dom : Bello, non l’ho mai imparato, mi sarebbe piaciuto
Mary : Se vuoi ti do lezioni private sin da subito
Collega : Ma non volevi tornartene di corsa a casa ?
Mary : Ma che dici Giangilda, io amo stare qui dentro
Dom : Anche io, i ragazzi sono troppo carini e amo questa professione
Mary : Ti amo ehm… la amo anche io. Dai vieni con me in classe che ti insegno qualcosa…

Dom e Mary vanno via mentre Claire li fissa…

Willa è triste ed è appoggiata agli armadietti, quando Emily va da lei.

Emily : Tutto bene Willa ?
Willa : Si, coach Fields
Emily : Dai, ti vedo che sei triste, sento che c’è qualcosa che non va… sai non molto tempo fa, ero io lì al tuo posto, appoggiata a quegli armadietti con lo sguardo perennemente triste
Willa : Non è una bella giornata per me
Emily : Ma cosa è successo ? Se vuoi ne possiamo parlare… se non ne vuoi parlare qui, possiamo vederci fuori ma è meglio che parli con qualcuno, se no scoppi, te lo dico per esperienza.
Willa : Ha ragione, coach Fields, lo apprezzo davvero tanto però veramente non c’è alcun modo in cui mi può aiutare… però parlerò con qualcuno
Emily : Sono contenta, non devi per forza parlare con me. Ah ci tenevo a dirti che mi è dispiaciuto molto per Addison, nonostante tutto non meritava quella fine. Ti deve mancare molto. Purtroppo ho vissuto anche quello.
Willa : Si, coach Fields, la ringrazio per il suo supporto.
Emily : Di nulla, per qualsiasi cosa sai dove trovarmi… sono qui per questo.
Willa : Ora vado, buona giornata, coach Fields
Emily : Ciao Willa.

ESTERNO – ROSEWOOD – SET DI “NOW AND THEN”

Ezra si trova sul set del film tratto dal suo libro quando appare Nicole

Ezra : Si, quindi dopo che lui ti ha detto quella battuta, ti volti e lo guardi come se ne fossi da sempre innamorata…
Nicole : Mi ricorda qualcosa…
Ezra : Nicole, come stai ? che ci fai qui ?
Nicole : Bene, come mi trovi ?
Ezra : Sei bellissima, sembri perfettamente in forma
Nicole : Si, quando mi hai lasciata ho deciso di reagire, dimenticare il passato e riprendermi me stessa.
Ezra : Hai fatto benissimo, sei venuta sul set per vedere il nostro film ?
Nicole : No in realtà sono l’azionista Gordon che aspettavi
Ezra : Tu ?? da quando fai l’azionista ?
Nicole : Mio padre ha deciso di darmi un lavoro nel suo ufficio e questo mi ha aiutato a risalire dall’incubo dove mi trovavo. E tu dimmi, come stai? Aria è nei paraggi ?
Ezra : No, in realtà…
Nicole : Vi siete lasciati ? Mi dispiace !
Ezra : No al contrario, ci siamo sposati ma lei è in Papuasia a conoscere nostro figlio
Nicole : Sono piuttosto confusa… in Papusia a conoscere vostro figlio ?
Ezra : Si, non possiamo avere figli e ne stiamo adottando uno.
Nicole : Ah ma è una splendida notizia, Ezra. Son contenta per te, stai avendo ciò che meriti.
Ezra : Allora azionista Gordon, lo finanzia il mio film ?
Nicole : Assolutamente si, questo film è parte di me e non intendo lasciarmelo sfuggire.
Ezra : Eh si, son contentissimo di averti rivisto e di sapere che stai bene.

INTERNO – POMERIGGIO  – STUDIO DOTT.ESSA CHOC

Le ragazze sono davanti allo studio della dott.essa Choc

Ava : Chi suona, ragazze ?
Claire : Ma siamo sicure di volerlo fare ?
Hadley : Si, per avere questo appuntamento ho dovuto smuovere mezzo mondo.
Willa : Had, ha ragione… suono io.
Carmelita : prego ragazze entrate. Allora ditemi, qual è il vostro problema ? di solito non ho 4 ragazze insieme nella stessa seduta.
Hadley : Abbiamo bisogno del suo aiuto dott.essa Choc.
Carmelita : Chiamatemi Carmelita, anche se non vi conosco, siete già delle figlie per me
Hadley : Ah ok, Carmelita… abbiamo bisogno di ricordare…
Carmelita : Vi serve un farmaco per migliore la memoria ? Ne ho uno che col cuore vi posso consigliare.
Willa : No no, in realtà abbiamo bisogno di parlare con qualcuno
Carmelita : Avete provato ad andare ospiti in quei talk del pomeriggio o della domenica ? Sono molto utili e aiutano ad andare avanti.
Ava: No, dott.essa ehm Carmelita, in pratica c’è qualcuno che ci minaccia e noi non sappiamo chi e perché.
Carmelita : Avete chiamato la polizia ?
Hadley : No e non possiamo farlo fin quando non sappiamo se abbiamo fatto qualcosa.
Carmelita : Sapete ho avuto una paziente a cui hanno tolto la casa e non ricordava di aver frodato lo stato… forse non avrei dovuto dirvelo, ma vi sento così amiche e so che voi non lo direste mai in giro.
Ava : Carmelita, questa persona ci minaccia da quando è morta la nostra amica Addison ma noi non sappiamo perché.
Carmelita : C’è sempre un perché, a parte al fatto che la dott.essa Floppucci continui a lavorare.
Claire :  Carmelita, allora ci può aiutare a ricordare ciò che abbiamo dimenticato?
Carmelita : Si ma ricordatevi che non si può dimenticare ciò che non ricordate… avrò bisogno però di vedervi in separata sede, per capire meglio il vostro rapporto con questa Addison. Chi vuole iniziare ?
Ava : Inizio io, posso venire da lei domani mattina che è sabato e non abbiamo scuola. Però deve assicurarmi che manterrà il segreto professionale di ciò che verrà fuori
Carmelita : perfetto, lo giuro sui miei figli. Il mio cuore è vostro, dei miei figli ma anche vostro.
Hadley : Ehm… si allora Ava sarà la prima, poi verremo a turno noi.
Carmelita: Benissimo, allora a domani, Ava e non preoccuparti ti aiuterò a ricordare.

INTERNO – SERA – CASA DI TOBY CAVANAUGH


Toby è sdraiato sul letto e chiama Spencer in videochiamata.

Toby : Spencer
Spencer(con accento britannico) : Chi è Spencer ? Sono Alex, amore mio.
Toby : Dai Spencer non scherzare, so a chi ho chiamato
Spencer(con accento britannico) : Bravo Toby,  hai superato l’esame, non te lo taglio per questa volta.
Toby : Tesoro mio, come stai ? Ancora a Parigi ?
Spencer : No, siamo a Londra con Mona, in cerca di Alex.
Toby : Ma è proprio scomparsa ?
Spencer : Pare, mi avevano detto di averla vista qui ma chissà dove si nasconde…
Toby : Sai mi manchi molto, mi manca leccare il tuo tatuaggio…mmm
Spencer : Toby, da quando parli così ? Hai un gemello per caso?
Toby : Tesoro, la lontananza si fa sentire, me lo fai vedere ?
Spencer : Toby, ma sono in mezzo alla strada, mi devo spogliare qui davanti a tutti ?
Toby : Alex lo avrebbe fatto…
Spencer : Tu sei a rischio, signorino… ho un quiz per te… SI FA QUANDO SI HANNO I BOLLENTI SPIRITI. 6 LETTERE.
Toby: DOCCIA.
Spencer: Bravo, fattela gelata che ne hai bisogno.
Toby: Ho capito, anche stasera devo fare da solo. Quando torni ?
Spencer : Quando troverò la mia gemella e la toglierò di mezzo per sempre strappandole quella collana e facendole rimpiangere il giorno in cui è nata…
Toby :  Quanto sei cattiva… mi ecciti…. puniscimi
Spencer : Toby. DOCCIA GELATA.ORA
Toby : Ok, ciao Alex…
Spencer(con accento britannico) : Non sei divertente. Pagherai per questo
Toby: Ohhhh siiiiiii !

INTERNO – SERA – CASA DI AVA NICHOLS

Ava è col suo ragazzo quando arriva sua sorella Kimberly.

Ava: Amore mio, domani mattina non posso venire con te a correre, devo accompagnare una mia amica dalla terapista.
Tommy: ma lo facciamo ogni sabato, non potete andarci un’altra volta ?
Ava : No, è molto importante, dai che stasera sto con te, non lavoro, ho scambiato il turno con Romualda.
Tommy: Che bello, patatina. Ma possiamo stare qui o dobbiamo uscire ?
Kimberly : Trombare a casa della tua ragazza ?
Ava : Kim, come stai ?
Kimberly : Benissimo, non vedi… per me va bene, non dirò nulla a mamma…
Tommy : A mamma ?
Ava : Quando mia sorella è strafatta, vede mia madre in casa…
Tommy : Ah…, allora vado a prendere le pizze… vieni con me ?
Ava : Certo, tesoro.

INTERNO – SERA – STAZIONE DI POLIZIA


 Alison è nell’ufficio del detective Brad Straight. Poco dopo parte il flashback di Alison durante i suoi due anni di fuga mentre racconta la sua storia al Detective.

Brad : La ringrazio signora DiLaurentis per essere venuta un’altra volta
Alison :  Beh sono felice di poterla aiutare.
Brad: L’altra volta mi ha raccontato della notte in cui lei è scomparsa e di quello che è successo dopo che la sua amica Mona l’ha trovata in mezzo alla strada e le ha consigliato di sparire per sempre. Vuole andare avanti cortesemente? Solo sapendo la sua storia, saprò come comportarmi con questa scomparsa, che sembra quasi essere la replica della sua.
Alison: Insomma dopo che ero “morta”, ormai non ero più Alison DiLaurentis ma Vivian Darkbloom e dovevo trovare un posto dove vivere con questa mia nuova identità. Sospettavo di tutti e quindi non potevo stare a Rosewood e quindi mi sono spostata a Ravenswood, dove viveva la signora Grunwald, colei che mi ha salvato la vita quella notte. Grazie al suo aiuto, ho iniziato a lavorare presso una bottega di un vecchio calzolaio Geppetto Petrillo, che dopo poco scoprì che ero senza dimora e quindi mi diede ospitalità nel sotterraneo della sua bottega. Ero felice, contenta, ero libera da quella minaccia chiamata –A e mi sentivo al sicuro. Tutto questo fin quando non ho conosciuto suo figlio Cyrus, un uomo che a prima vista mi era sembrato perfetto, era dolce e comprensivo. Ma non lo conoscevo bene, infatti quando si sparse la voce che la mia amica Hanna era stata investita da una macchina ed era in fin di vita, dovetti tornare a Rosewood per vedere come stava. Sono stata brava a non farmi scoprire, ma quando la mia amica Spencer ha rischiato di essere uccisa sul campanile da Ian, dovetti andare a salvarla e fu lì che lui si accorse che io avevo lasciato il sotterraneo e indagando su di me, scoprì che mi chiamavo Alison DiLaurentis e che tutti mi credevano morta.
Quando tornai, non la prese bene e mi aggredì. Dovetti promettergli che non lo avrei mai lasciato o lui avrebbe rivelato a tutti che Alison DiLaurentis era viva. Non ho mai parlato a nessuno di questo, neanche alle mie amiche, mi fa molto male ricordare ciò, mi sento ancora le sue mani addosso.
Brad: Non si preoccupi signora DiLaurentis, si è fatta mezzanotte, è meglio che lei torni a casa, continuiamo domani, se per lei va bene.
Alison: Si, allora torno domani.
Brad: La ringrazio ancora.

MATTINA – INTERNO – UFFICIO DOTT.ESSA CHOC.

Ava si trova nell’ufficio della dott.essa Choc, che le fa ricordare il momento in cui Addison ha scoperto il suo segreto. Parte il flashback di quando Addison ha scoperto il suo segreto

Carmelita: Ava, voglio sapere di più del tuo rapporto con Addison, chiudi gli occhi e dimmi cosa vedi.
Ava : Vedo me a lavoro in sala giochi sto…
Carmelita : Stai ? facendo cosa ? è importante Ava.
Ava: Sto lavorando… ho dei soldi in mano. Aspetta vedo Addison
Addison : Sono tanti, Ava… complimenti
Ava : Per cosa ?
Addison : Beh quelli sono 1000 dollari almeno… hai spaccato con le mance questa sera…
Ava : Ehm si…
Addison : Dai, lo so che li hai presi dalle macchinette
Ava: Ma le macchinette sono truccate… sono programmate per far perdere, non ti sembra una carognata ?
Addison : Ah e quindi rubi tu i soldi ottenuti in modo losco ? Non me lo sarei mai aspettato da te, Ava
Ava : Ti prego non dirlo a nessuno, mia sorella ha bisogno di quei soldi. Senza quelli, morirà, devo salvarla.
Addison : Non ti preoccupare, sarà il nostro segreto… le amiche condividono i segreti, non lo dirò a nessuno…
Ava : Grazie Addi
Addison : Ora però andiamo dalla polizia insieme a denunciare il fatto e a restituire i soldi
Ava : Ma non posso farlo !

L’immagine torna all’ufficio della dott.essa Choc.

Ava(urlando) : No non posso farlo, mi scusi dott.essa Choc… sono in ritardo per un appuntamento
Carmelita : Avaaaaa , cosa hai visto ?

Ava se ne va sbattendo la porta…

SCENA FINALE – B
Vediamo B incappucciato che stampa una foto di Claire mascherata e il professor Ducati tra il pubblico al locale di Claire e la ripone in una carpetta.

FINE

Scritto da Marco Archibald Drake
Diretto da Marco Archibald Drake
Revisionato da Greta Hamad e Claudia Lamastra

copione8x03

personaggi8x03

8x03

8X02 “THE BLOOD RED DRESS”

Previously On Pretty Little Liars…

Hadley : Non bere Claire o ci dirai tutti i tuoi segreti più nascosti.
Addison : Beh ma le amiche servono a questo, a condividere i segreti. Bevi pure
Willa : E’ scomparsa…
Hadley : Che intendi dire, in che senso è scomparsa ?
Willa : L’ho cercata ovunque, credo di aver sentito un urlo.
Dom : Sono Dom Ducati, il vostro professore di musica.
Claire guarda il professore e sa di averlo già visto mentre riceve un messaggio
“Certi volti non si scordano, vero Raquel ? – B”
Il telefono di Willa squilla e arriva un messaggio

“ Non so come dirtelo, ci sto provando da anni ma non trovo il coraggio…”

Willa si emoziona così tanto che le cade il telefono a terra e Ava va da lei
Ava : Willa, tutto bene ?

Willa : Si, devo andare a casa, mio padre mi aspetta.
Prima di andarsene, recupera il cellulare  e arriva un secondo messaggio…
“Lei non ti amerà mai, povera Willa – B”.

Hadley scappa e arriva un messaggio sul cellulare di Ava
“Le amiche non parlano, le macchinette si, purtroppo per te – B”.

Hadley prende l’enciclopedia ma fa cadere un album di foto. Lo prende in mano e ci sono foto di lei e suo padre.
Sta quasi per avere le lacrime agli occhi quando arriva un messaggio sul suo cellulare con una foto del padre con la sua nuova figlia.
“Sembra che tu sia stata rimpiazzata – B”

Spencer : Eh ragazze purtroppo ho pessime notizie : mi ha chiamato Mona dicendomi che Alex e Mary sono scappate dal suo covo in Francia e mi aspetta per andarle a cercare
Aria : Purtroppo Spencer non sarà l’unica a partire…
Ezra : Come sarebbe ?
Aria : Devo andare in Papuasia a conoscere nostro figlio
Hanna : Ma Caleb… andiamo in Irlanda ??
Caleb : No, andrai tu da sola… altro che lavorare, devi rilassarti e pensare al bambino. Ti prometto che ti creerò la migliore app di sempre.
Hanna : Oh Caleb che bel pensiero, ma sarà pronta in pochi giorni vero?
Caleb : Si, assumerò qualcuno e mi farò aiutare.
Poliziotto : Ho trovato qualcosa… venite…
Il detective Straight si avvicina e vede un cane che scavando ha trovato una mano.
La mano ha il braccialetto di Addison.

Brad : Abbiamo trovato il cadavere di Addison Derringer.
Brad : Vi consiglio di non lasciare la città, scoprirò chi l’ha uccisa.
Ava : Ma quello è….
Claire : Shhhhh
Hadley : Il vestito rosso di Addison…
Willa : Ragazze ma è bagnato… oh mio Dio ma questo è sangue !
In quel momento squillano i quattro telefoni
Tutte : “Sono tornata, so tutto e vi distruggerò una volta per tutte –B”

pretty little liars
ESTERNO – ROSEWOOD – GIARDINO DI ADDISON

Le ragazze hanno appena ricevuto il messaggio e iniziano a chiedersi che cosa voglia dire. Hanno ancora il vestito rosso insanguinato di Addison in mano.

Claire : B ? E’ tornata ? Ma che vuol dire ?
Willa : Ho sentito che ci sono state delle ragazze che sono state tormentate per anni da una certa -A
Hadley : Questo significa che noi siamo le prossime ?
Ava : No non saremo le prossime, perché il gioco finisce qui, prendiamo il vestito e andiamocene.
Claire : Ma sei pazza, Ava ? E’ pieno di sangue, non sappiamo di chi sia questo sangue.
Willa : Però ormai lo abbiamo toccato, è una prova contro di noi
Hadley : Ma noi non abbiamo fatto niente di male
Ava : Lo so Had ma Addi è morta e questo è il suo vestito. Se lo lasciamo qui, lo troverà il detective Straight e indagheranno su di noi.
Willa : Ava ha ragione, il vestito non può rimanere qui.
Claire : Io di certo non lo posso tenere a casa, mia madre lo troverebbe subito
Hadley : Che facciamo ? Non abbiamo molto tempo. Stanno tornando con la scientifica.
Ava : Lo prendo io, so dove nasconderlo in sala giochi c’è uno scomparto segreto.
Claire : Si ma questa storia non mi piace, ce ne dobbiamo disfare a tutti i costi…
Ava : Hai ragione, ma ora è tardi per pensare, dormiamoci su e domani avremo la soluzione
Hadley : Buona idea, se non è un problema per te, domani sul tardo pomeriggio veniamo tutte lì e capiamo che fare. Che ne dite ragazze?
Ava : Un problema ? Sarà come tornare ai vecchi tempi, finalmente. Mi siete mancate !
Willa : Anche tu Ava, per me va bene
Claire : Si, sono d’accordo
Ava : Allora a domani ragazze…
Tutte : A domani

SIGLA

INTERNO – ROSEWOOD – PUB

 


Caleb, Toby e Ezra stanno bevendo al tavolo una birra.

Caleb : Allora Ezra, come procede l’adozione , hai sentito Aria ?
Ezra : No, sembra come se fosse dall’altra parte del mondo in un bunker segreto, non si fa sentire, nessun messaggio, nessuna chiamata. Nulla… mi chiedo se sia ancora viva.
Caleb : Ah, pure la mia dolce Hanna, in questo momento sono appena 58 secondi da quando non mi ha scritto un messaggio.
Toby : Ma dai, non ci crederò mai che ti chiama così spesso.
Il telefono squilla ed è un messaggio di Hanna.
Tesoro mio, mi manchi, ma l’app è mica pronta ? voglio sapere se posso mangiare l’olio di semi… qui insistono che posso mangiarlo ma io ricordo di no.
Toby : Ma quindi non scherzavi ! Amico deve essere proprio una palla !
Ezra : Ma l’app è pronta ??
Caleb : Amico ma ti ci metti pure tu, non solo non è pronta ma non ci riuscirò mai a finire tutto da solo.
Toby : Ma non avevi messo un annuncio online ?
Caleb : Si ed è venuta gente che pensa che per aggiornare la pagina bisogna premere prima F e poi 5.
Ezra : Sai, forse ti posso aiutare, posso chiedere sul set se qualcuno conosce uno alla tua altezza.
Toby : Anche una…
Caleb lo guarda male
Toby : Scusate da quando Spencer è partita, ho l’ormone a mille.
Ezra : Puoi sempre chiamare Alex ahahahahahahahah
Toby : Tu amico ci scherzi ma quella ragazza era il top, non mi ero accorto che non fosse Spencer perché pensavo che finalmente avesse visto dei porno
Caleb : Ammazza ci sapeva così fare Alex ?
Toby : Raga, una bomba, anche se ultimamente anche Spencer è diventata molto più dominatrice…
Caleb : Ah vedi Ezra, basta una birra e Toby diventa un libro aperto…
Toby : Se dite queste cose a Spencer, vi ammazzo.
Ezra : No, sono i nostri segreti maschili questi…
Ezra (imitando Alison) : Gli amici condividono i segreti, ecco cosa ci fa essere amici.
Caleb : Amico, sei troppo sexy con quella voce….
Toby : Ok siete partiti pure voi, è ora di tornare a casa…. Chiamiamo un taxi.
INTERNO – ROSEWOOD – SALA GIOCHI

MV5BZDAzM2Y2NWItZDNlMS00NWM4LWJmOGEtMTA1ODEyYzdkYTExXkEyXkFqcGdeQXVyNjIwNjE5OTI@._V1_UX214_CR0,0,214,317_AL_ (1)

Ava

 

Vediamo Ava al lavoro

Impiegato : Ava, chiudi tu ? Ti dispiace ?
Ava : No ci penso io, ho alcune cose da gestire ancora
Impiegato : Sei un tesoro, vado a casa, a domani
Ava : A domani

Quando sono andati via tutti, Ava prende il vestito rosso di Addison dal suo zaino e lo mette dentro uno scomparto dietro la cassa e poi chiude la porta della sala giochi.
Qualcuno nell’ombra la spia mentre chiude la porta.

INTERNO – ROSEWOOD – CASA ROSE

Willa sta facendo colazione con suo padre Luc.

 

Luc : Willa vuoi dell’altro latte ?
Willa : No sto apposto così papà, grazie.
Luc : Dai che oggi ti accompagno a scuola
Willa : Non c’è bisogno papà, ma non vai a lavoro ?
Luc : Si, ma entro alla terza ora. Mi vedo con Giordana alle 10, ho tutto il tempo
Willa : Giordana ? quando ti deciderai a chiederle di uscire ?
Luc : No, nulla di tutto questo, ci dobbiamo vedere per parlare di Framinzio
Willa : E chi è Framinzio ?
Luc : Suo figlio, che ieri si è dichiarato gay.
Willa : Ah… (le cade il cucchiaino a terra). Che maldestra che sono!
Luc : Insomma, si è dichiarato gay ed è chiaro che va curato, esistono dei centri predisposti a questo genere di problemi.
Willa : Problemi ?
Luc : Si, tesoro, non è il tuo caso per fortuna, non ho mai fatto errori io nonostante qualcuno mi abbia lasciato perché si sentiva trascurata.
Willa : Dai papà, lavoravi troppo, non c’eri mai a casa, le davi sempre buca.
Luc : Ma tu sei piccola, cosa vuoi capirne di queste cose ? Le donne come Margareth vanno messe in riga, se poi scappano, significa che non sono quelle giuste.
Willa : Ehm vado a scuola…

Il telefono di Willa squilla e arriva un messaggio

“Povera Willa, ho sentito che in quei centri sai che entri ma non sai se esci – B”

INTERNO – ROSEWOOD – LICEO DI ROSEWOOD

 


Le ragazze sono nel corridoio del liceo

Claire : Allora avete dormito ?
Willa : No, continuavo a sognare noi al commissariato
Ava : Ma non accadrà, il vestito l’ho custodito per bene
Hadley : Ragazze, io dopo la scuola pensavo di passare a casa di Addi a fare le condoglianze a suo padre Sean, qualcuna di voi vuol venire ?
Willa : No, mi sentirei a disagio
Ava : Non saprei che dire, mi mancano le parole in questi casi
Claire : Falle anche da parte nostra, ragazze ci vediamo verso le 19 in sala giochi vero?
Hadley : Si, a più tardi.

INTERNO – ROSEWOOD – CASA DI ADDISON

 

 


Sean : Oh Hadley, che piacere vederti
Hadley : Signor Derringer, sono qui per farle le mie più sentite condoglianze
Sean : Sei molto cara, Hadley, sono rimasto sconvolto da quando è stato trovato il corpo.
Hadley : Lo siamo tutte, le altre non sono potute venire ma le fanno le condoglianze
Sean :  Avevo avuto la speranza che fosse solo scomparsa e invece la storia si è ripetuta.
Prima mia moglie Gina e poi mia figlia Addison. E’ proprio una maledizione.
Hadley : Mi dispiace tantissimo, signor Derringer, vorrei poter fare qualcosa…
Sean : Ti prego di parlare di lei al funerale, voi tutte dovete parlare di lei al funerale. Si è detto tanto su mia figlia, tutte bugie, era solo una ragazza che voleva sentirsi amata.
Hadley : Si, lo farò, anzi lo faremo. Ora però devo andare, mi aspetta mia madre a casa.
Sean : Certo, grazie di essere passata, lo apprezzo molto.
Hadley : Le auguro il meglio, signor Derringer.

Il telefono di Hadley squilla e arriva un messaggio…

“Complimenti, la D’Urso sarebbe orgogliosa di voi – B”

INTERNO – ROSEWOOD – SALA GIOCHI

 

 

 

Willa : Sono terrorizzata, ragazze
Hadley : Io sono stata a casa di Addi e ho visto che suo padre è sconvolto.
Ava : Chi non lo sarebbe ? Ha perso sua figlia
Hadley : Mi ha chiesto di parlare al funerale, è convinto che la figlia fosse una santa
Claire : Una santa… quella stronza ha avuto quello che meritava
Willa : Claire, non dire così… se ti sentisse il detective Straight sospetterebbe di te…
Ava : Lo farebbe, soprattutto se avesse in mano… OH MIO DIO…. Dov’è ??
Viene inquadrato lo scomparto vuoto
Willa : Ava ??
Hadley : Ma sei sicura di averlo messo qui ?
Claire : Siamo fottute ragazze
Ava : Ne sono sicura, ma non può averlo preso nessuno… è impossibile.

Il telefono di Claire squilla, lei si allontana e vediamo sua madre in ufficio

 


Connie :  Amore mio, mi spiace ma stasera non torno a casa, puoi pensarci tu alla cena ?
Claire : Si, mamma mi prenderò una pizza  vicino casa e poi tornerò a casa
Connie : Perfetto, sei la figlia che tutti vorrebbero…

Claire si avvicina alle amiche
Claire : Scusate ma io devo andare…
Willa : Te ne vai mentre abbiamo scoperto che è scomparso il vestito ?
Claire : Mi ha chiamato mia madre e devo tornare a casa.
Hadley : Non puoi vedere se qualcuno dei tuoi colleghi lo ha preso per sbaglio?
Ava : Si, aspetta gli dico “hai per caso visto un vestito rosso insanguinato che come un assassino avevo nascosto nello scomparto dietro la cassa?”
Hadley : Scusa hai ragione, ma che facciamo ?
Willa : Dove sarà ??

In quel momento vediamo un pacco contenente il vestito rosso di Addison che viene consegnato in modo anonimo al distretto di polizia.
Impiegato : Detective Straight, è arrivato questo per lei.
Brad : E cosa è ? Lo metta sul mio tavolo. Mi prendo una coca e lo verifico subito.

SERA – ROSEWOOD – UFFICIO WEDDING PLANNER

 

Alison e Emily hanno appena parcheggiato e si stanno dirigendo verso l’ufficio del wedding planner.

Ali : Ma sei sicura che è in questa strada ?
Emily : Si, sul cellulare ho l’indirizzo completo.
Ali : E questo cosa è “Quelle bambine sono mie, voi non siete nessuno per loro”.?
Emily : Ali, sono finiti i tempi in cui venivamo minacciate, sarà qualche scherzo di cattivo gusto.
Ali : Ah, ho trovato l’indirizzo. E’ questo !

Quando entrano, vengono ricevute da una donna bionda, molto procace.

GianFrancesca : Emili Filz?
Emily : GianFrancesca ?? che ci fai qui ??
Alison : Voi vi conoscete ?
Emily : Si, io e GianFrancesca ci siamo conosciute in Italia
GianFrancesca : Tu issa essere Peig, ah?
Alison(guardandola malissimo) : NO, io sono Alison
GianFrancesca : Oooh scusa assai, M’hai parlat assai e chella là, e allor stevo pensando che…
Emily : E ora sto con Alison, anzi siamo qui proprio perché ci vogliamo sposare…
Alison(infuriata) : Ma tu capisci cosa sta dicendo ?
GianFrancesca : Ma che bella pensata, stongo qua per questo, allora..

Il telefono di Alison squilla…

 

Brad : Mi scusi signora DiLaurentis se la chiamo ma avrei bisogno di parlarle urgentemente. Può venire in stazione ora ?
Alison : Guardi detective non avrebbe potuto scegliere momento migliore, vengo subito
Alison : Scusa Em, ma io devo andare…
Emily : E dove vai ?
Alison : Mi ha chiamato il detective Straight, tanto mi sembra che puoi fare da sola no? Ci vediamo a casa…

 

Emily tenta di nascondere la delusione ma non può fare altro che sorridere.
GianFrancesca : Stevam ricenn…che andate trovando tu e Peig?
Emily : Si chiama Alison.
GianFrancesca : Ah già, Alison, parla parla…sti recchij aspettan a te!.
ESTERNO – ROSEWOOD – LOCALE

 

 

Vediamo Claire vestita in maniera piuttosto succinta, entrare in un locale di spogliarelliste. Tra il pubblico notiamo il suo professore Dom Ducati ed ecco il motivo per cui le sembrava già visto.

Ragazza : Raquel tocca a te…

Parte un flashback di 6 mesi prima con protagoniste Claire e Addison.

Addison : Così sei Claire, tutta casa e chiesa di giorno e Raquel, spogliarellista e schiava del sesso di notte.. dico bene ?
Claire : Non so di cosa tu stia parlando
Addison : Mi chiedo che ne penserebbe tua madre… la sua figlioletta perfetta che fa sbavare quattro depravati togliendosi il reggiseno, ma perché Claire ?
Claire : Scusami ma devi aver sbagliato persona .
Addison : Non credo proprio
Claire  se ne sta per andare ma Addison la ferma…
Addison: Il tatuaggio Claire, non l’hai coperto bene col fondotinta

MATTINA – INTERNO – CASA DI CALEB RIVERS

 

 

Caleb apre la porta ancora mezzo addormentato e si trova una ragazza davanti.

Brenda : Caleb ?
Caleb : Brenda ??? Che ci fai qui ?
Brenda : Hai messo un annuncio dove cercavi un programmatore senior no?
Caleb : Si e hanno risposto solo inetti in informatica
Brenda : Questo perchè aspettavi me. Ci mettiamo a lavoro ?
Caleb : Certo, entra pure.

MATTINA – INTERNO – CHIESA DI ROSEWOOD

 

Si stanno tenendo i funerali di Addison Derringer e sono tutti presenti in chiesa.

Prete : Siamo qui riuniti per porre l’ultimo saluto ad Addison Derringer, una ragazza di Rosewood , che tutti i suoi cari ricordano con molto affetto.
Claire : Ragazze, notizie del vestito?
Willa : Non è il momento per parlarne
Hadley : Guardate com’è piena la chiesa, Addison avrebbe amato tutto questo
Ava : Capirai, la più popolare sia in vita che dopo la morte

Quando le ragazze escono, squillano tutti e quattro i cellulari e arriva un messaggio :

“Mi avete colpito e io colpirò voi… Cadrete una dopo l’altra – B”

                                                  FINE

Scritto da Marco Archibald Drake
Diretto da Marco Archibald Drake
Revisionato da Greta Hamad e Claudia Lamastra
Per l’accento di GianFrancesca si ringrazia Emma Kebabenito Brancato.

19748528_10155302451392420_1346775156308515155_n

 

Schermata 2017-07-18 alle 11.46.20

8x02

8X01 “I’M BACK, BITCHES”

pretty little liars

ESTERNO – NOTTE D’ESTATE – FIENILE DI CASA DI WILLA

Le ragazze si stanno divertendo quando ad un certo punto si spengono le luci e la musica.

 


Willa : E’ colpa del temporale
Si sentono rumori da fuori
Claire : C’è qualcuno fuori…
Ava : Ho paura ragazze
La porta si apre piano piano…
Addison appare nel buio e urla !
Willa : Non è per niente divertente, Addison, l’ultima ragazza che lo ha fatto è finita sepolta viva…
Addison sta per rispondere quando si limita a sorridere.
Hadley : Allora Addi, andrai al concerto di Emma Marrone ?
Addison : Non credo
Willa : Io la adoro
Addison : Beh, si dillo che te la faresti…bleah
Willa guarda malissimo Addison ma anche lei si limita a sorridere
Addison passa  il bicchiere a Claire
Addison : E’ il tuo turno…
Hadley : Non bere Claire o ci dirai tutti i tuoi segreti più nascosti.
Addison : Beh ma le amiche servono a questo, a condividere i segreti. Bevi pure

MATTINO. Hadley, Ava e Claire si svegliano completamente stordite

Ava : Dove sono Willa e Addi ?
Claire : Non ne ho idea, le avranno rapite !
Ava : Non dire stupidaggini.  Addi !!!!!
Willa appare dal nulla…
Willa : E’ scomparsa…
Hadley : Che intendi dire, in che senso è scomparsa ?
Willa : L’ho cercata ovunque, credo di aver sentito un urlo.

SIGLA

3 MESI DOPO – ESTERNO – ROSEWOOD

Sui giornali appare la scritta “ANCORA SCOMPARSA” – ADDISON DERRINGER, 15 ANNI.

 Aria e Ezra si trovano a un appuntamento con una agenzia di adozioni.
Aria : Si, guardi non ho preferenze però mi piacerebbe che fosse moro e atletico come mio marito.

Ezra : A me andrebbe bene anche una bella bambina col gusto della moda come mia moglie.
I due si baciano davanti all’impiegata…
Impiegata : Vedo che siete una coppia molto affiatata ma mi spiace dirvi che non posso aiutarvi. Potete però provare a tornare tra un paio di mesi.
Aria : Ma io volevo che mio figlio festeggiasse il Natale con noi
Ezra : Senta, sono tre mesi che giriamo agenzie di adozioni, io ho una laurea in letteratura americana, so come funzionano queste cose. Quanto volete ?
Impiegata : Mi dispiace ma non posso aiutarvi, provate a tornare…

Quando escono dallo studio, un ragazzo si avvicina ad Aria….

Ragazzo : Ho sentito la vostra storia, forse posso aiutarvi ma non possiamo parlare qui, ci vediamo tra due ore al bar qui di fronte, lo dica anche a suo marito…
Aria : No, mio marito è troppo nervoso, meglio non dirgli niente… allora ci vediamo tra due ore e grazie.
Ezra : Chi era quel ragazzo ??
Aria : Ah un vecchio amico di mio fratello Mike, quello che non abbiamo invitato al matrimonio, te lo ricordi ??
Ezra : Ah si… e che voleva ?
Aria : Mi ha chiesto dove fosse finito e gli ho risposto che non lo sento e vedo da anni, a quanto pare ha qualcosa da darmi di Mike, ci vedremo più tardi…
Ezra : Mi dispiace tesoro io ora devo tornare sul set del film, abbiamo fatto un altro buco nell’acqua, ma andrà meglio…
Aria : Si, ci spero.

INTERNO– LICEO DI ROSEWOOD


Hadley e Maddy sono insieme nel corridoio quando arrivano Ava e Claire

Ava(parlando a una amica) : Ma quella è Maddy ??? è andata a Selfie ?
Claire : Oh ciao Ava, si in effetti è cambiata parecchio… dai entriamo in classe.
Ava : Oh ma guarda c’è anche Willa…
Entra il professore Ducati in classe e scrive Ducati alla lavagna
Dom : Sono Dom Ducati, il vostro professore di musica.
Claire guarda il professore e sa di averlo già visto mentre riceve un messaggio
“Certi
volti non si scordano, vero Raquel ? – B”
Claire fa finta che abbiano sbagliato numero e che il messaggio non sia per lei e cancella il messaggio.
La lezione finisce e Willa fissa Hadley andare via con Maddy.
Il telefono di Willa squilla e arriva un messaggio

“ Non so come dirtelo, ci sto provando da anni ma non trovo il coraggio…”

Willa si emoziona così tanto che le cade il telefono a terra e Ava va da lei
Ava : Willa, tutto bene ?
Willa : Si, devo andare a casa, mio padre mi aspetta.
Prima di andarsene, recupera il cellulare  e arriva un secondo messaggio…
“Lei non ti amerà mai, povera Willa – B”.
Ava : Ma sei sicura di stare bene ?  Willa Willa…. ma dove vai ?
Willa scappa in lacrime

INTERNO – ROSEWOOD – EDIFICIO

Hanna e Caleb stanno visionando un edificio perché Hanna vuole aprirsi uno studio per rilanciare la sua carriera.

Caleb : allora tesoro mio, ti piace ?
Hanna : No, la finestra è esposta a ovest e lo sanno tutti che ai bambini non piace l’ovest…
Caleb la guarda male
Hanna : Anzi lo avresti saputo se fossi venuto con me al corso preparto invece di pensare sempre a lavorare…
Caleb : Ma tesoro mio, se non lavoro non abbiamo soldi, non possiamo sempre approfittare dei tuoi amici a cui fai capire di darla e poi non la dai.
Hanna : Se ti riferisci a Lucas, è un caro ragazzo che mi vuole solo come amica.
Caleb : E se mettessi il tavolo qui , non saresti più a ovest e andrebbe bene no?
Hanna : Ma hai visto che colore queste pareti ? Questo colore mette ansia, non piacciono questi colori ai bambini…
Caleb : Anche questo  lo hai imparato al corso preparto ?
Hanna : No, c’era scritto su Chi.
Caleb : Tesoro mio ma è il quattordicesimo edificio che vediamo e non te ne piace nessuno, tra poco partorirai, sei sicura di voler tornare a lavorare ??
Hanna : Si, il lavoro mi distrae e non mi fa pensare per esempio se lavorassi non mi ricorderei che mi avevi promesso di portarmi in Irlanda a rilassarci.
Caleb : Ma ho un’app da finire per lunedì, dai che lo sai.
Hanna : Io devo sempre accontentarmi e aspettare…

INTERNO – ROSEWOOD – CASA DILAURENTIS-FIELDS

Emily sta facendo il bagnetto a Lily e Grace e arriva Alison

Emily : La vuoi la paperella , Lily ?? Ali…
Alison esce dal bagno e Emily la richiama.
Emily : Ali dai sono mesi che non vuoi fare il bagnetto alle bambine,  ti aiuto io…

Alison : Scusami Em, ma ogni volta che vedo la vasca mi ricordo di mio fratello ehm sorella ehm cugina , insomma che mi ha quasi fatto affogare e ho paura di fare lo stesso alle nostre piccole.
Emily : Ma lui / lei era un psicopatico /a , noi invece ci amiamo. Dai vieni qui, gioca con la paperella. Lily passa alla mamma la paperella.
Alison gioca con la paperella passandola a Lily e Grace e piano piano sorride…
Alison : Grazie Em, tu mi aiuti sempre a superare le mie paure. Sei sempre il mio punto fermo.
Le due si baciano e iniziano a cantare
Cantando non sentono il cellulare di Emily che squilla, arriva un messaggio
“Quelle bambine sono mie, voi non siete nessuno per loro”.

ESTERNO – ROSEWOOD – BAR

Lucy Hale

Aria

Aria arriva all’appuntamento col ragazzo misterioso

Aria : Allora dimmi, come puoi aiutarmi ?
Ragazzo : E’ una questione piuttosto delicata…
Aria : Io e mio marito ormai siamo sfiniti, vogliamo un bambino a tutti i costi.
Ragazzo : No ma non si tratta di soldi, però…
Aria : Senti non ho molto tempo, ho detto una balla a mio marito per essere qui, quindi muoviti e dimmi tutto.
Ragazzo : Ok, c’è questo bambino di 5 anni che è rimasto senza famiglia e nessuno lo vuole.
Aria : Sarebbe perfetto per me e Ezra. Dove si trova ?
Ragazzo : In Papuasia.
Aria : Ah non ci sono mai stata prima ma posso andarci… ma qual è il problema ?
Ragazzo : Se vorrai Ray, dovrai andare lì e fare di tutto per fartelo dare, dovrai essere pronta a stare in Papuasia per mesi o forse anni.
Aria : Ah non è un problema, odio Rosewood e non vedo l’ora di andarmene e poi se questo significa avere un bambino, sono pronta.
Ragazzo : Ma porterai anche tuo marito ?
Aria : No, lui è impegnato col suo film ma non posso nasconderglielo, organizzerò una cena con tutti i nostri amici dove annuncerò la mia partenza.

INTERNO – LICEO DI ROSEWOOD

Maddy : Had, vieni in centro con me , andiamo a fare shopping ?
Hadley : Mi spiace ma devo studiare, se non recupero geografia, mia madre mi chiuderà a casa a vita.
Maddy va via adirata e dopo poco arriva Ava.
Ava : Had scusa…
Hadley : Non ora, devo tornare a casa….
Ava : Tutte che dovete tornare a casa, ok che non ci parliamo da 3 mesi ma che vi sta succedendo ? Venite da me stasera alla sala giochi, come un tempo?
Hadley : Mi spiace ma non posso, non so le altre…
Hadley scappa e arriva un messaggio sul cellulare di Ava
“Le amiche non parlano, le macchinette si, purtroppo per te – B”.

INTERNO – CASA DI HADLEY

Hadley : Mamma dov’è l’enciclopedia ?
Nina : Sei l’unica adolescente che usa ancora l’enciclopedia, c’è internet , cara.

Hadley : Mi piace l’odore dei libri, dov’è ?
Nina : Lì nella libreria..
Hadley prende l’enciclopedia ma fa cadere un album di foto. Lo prende in mano e ci sono foto di lei e suo padre.
Sta quasi per avere le lacrime agli occhi quando arriva un messaggio sul suo cellulare con una foto del padre con la sua nuova figlia.
“Sembra che tu sia stata rimpiazzata – B”
Hadley quindi va sul contatto di Willa ma non la chiama, chiama piuttosto Maddy.
Maddy : Had, che succede ?
Hadley : Oh mio Dio Mad, avevi ragione, non riesco a studiare, passami a prendere.

SERA DOPO – ESTERNO – RISTORANTE

Aria, Hanna, Alison, Emily, Spencer, Toby, Caleb e Ezra sono seduti al tavolo.


Emily : Aria, hai avuto una bellissima idea a riunirci, non ci vediamo da tre mesi, chissà quanto avrete da raccontarmi.
Spencer : Eh ragazze purtroppo ho pessime notizie : mi ha chiamato Mona dicendomi che Alex e Mary sono scappate dal suo covo in Francia e mi aspetta per andarle a cercare.
Alison :  ah erano in Francia ? dovevamo andarci pure noi…
Caleb : Questo vuol dire che la tua gemella è libera ?
Spencer : Si ma stavolta mi sono tatuata la scritta Spencer tra l’ombelico e la farfallina.  Toby, se scopro che sei andato di nuovo a letto con lei, te lo taglio !
Toby : Puoi stare tranquilla
Aria : Purtroppo Spencer non sarà l’unica a partire…
Ezra : Come sarebbe ?
Aria : Devo andare in Papuasia a conoscere nostro figlio
Ezra : Nostro che ??
Aria : Si, tesoro ho saputo che c’è una possibilità per noi…
Caleb : Ma è fantastico, bisogna pensare ai bambini prima di tutto…
Hanna : Senti da che da pulpito viene la predica… gli ho chiesto un’app che mi aiutasse a capire le condizioni migliori per partorire e sto ancora aspettando… hanno trovato la figlia di Albano nel frattempo…
Caleb dà un biglietto ad Hanna…
Caleb : Tieni tesoro….
Hanna : Ma Caleb… andiamo in Irlanda ??
Caleb : No, andrai tu da sola… altro che lavorare, devi rilassarti e pensare al bambino. Ti prometto che ti creerò la migliore app di sempre.
Hanna : Oh Caleb che bel pensiero, ma sarà pronta in pochi giorni vero?
Caleb : Si, assumerò qualcuno e mi farò aiutare.
Hanna : Sei il migliore, ti amo !
Alison : In pratica Em, rimaniamo solo noi qui. Avete sentito di Addison ?
Aria : Si, povera ragazza non meritava quella fine…
Hanna : Ma sarà morta sul serio o come te riapparirà tra anni totalmente cambiata?
Spencer : Ho sentito che non hanno trovato il corpo
Emily : Lo sappiamo come vanno queste cose a Rosewood…
Ezra : Ok propongo un brindisi ai figli
Alison : Che abbiamo
Caleb : Che avremo
Toby : E alle gemelle fuggite…
Spencer : TOBY TE LO TAGLIO !

NOTTE – ROSEWOOD – CASA DI ADDISON

La polizia ha circondato la casa di Addison, ci sono cani e poliziotti ovunque, arrivano Ava, Claire, Hadley e Willa.
Il detective Straight comanda i suoi uomini di setacciare tutto il giardino.
Brad : Cercate ovunque, voglio che troviate indizi.

Le ragazze si avvicinano e iniziano a parlare…
Ava : Oh mio Dio, dite che è morta ?
Willa : Non lo so, sono sicura che è viva perché mi è arrivato un messaggio su una cosa che solo lei poteva sapere…
Claire : Anche io ho ricevuto un messaggio che poteva mandarmi solo lei
Hadley : Anche io ho ricevuto un messaggio strano…
Ava : Tutte noi abbiamo ricevuto un messaggio strano, quindi ragazze è viva…

Poliziotto : Ho trovato qualcosa… venite…
Il detective Straight si avvicina e vede un cane che scavando ha trovato una mano.
La mano ha il braccialetto di Addison.

Brad : Abbiamo trovato il cadavere di Addison Derringer.

Le ragazze si avvicinano al punto dove si trova il detective….

Brad : Ava, Claire, Hadley e Willa… eravate amiche di Addison vero ??

Tutte : Si, perché eravate ?
Brad : Perché è morta, abbiamo trovato il suo corpo…
Tutte : Oh mio Dio !
Brad : Vi consiglio di non lasciare la città, scoprirò chi l’ha uccisa.

Mentre la polizia si allontana, le ragazze notano qualcosa di familiare, in mezzo a tutte le foglie, c’è un vestito rosso….

Ava : Ma quello è….
Claire : Shhhhh
Hadley : Il vestito rosso di Addison…
Willa : Ragazze ma è bagnato… oh mio Dio ma questo è sangue !
In quel momento squillano i quattro telefoni

Tutte : “Sono tornata, so tutto e vi distruggerò una volta per tutte –B”

 FINE 

Scritto da Marco Archibald Drake 
Diretto da Marco Archibald Drake 
Revisionato da Greta Hamad e Claudia Lamastra

pll8copionefinal

Schermata 2017-07-18 alle 11.47.35

8x01