8X04 “THROWBACK”

Previously on Pretty Little Liars…

Willa : E’ scomparsa…

Willa : L’ho cercata ovunque, credo di aver sentito un urlo.
Dom : Sono Dom Ducati, il vostro professore di musica.
Claire guarda il professore e sa di averlo già visto mentre riceve un messaggio
“Certi volti non si scordano, vero Raquel ? – B”
Il telefono di Willa squilla e arriva un messaggio“ Non so come dirtelo, ci sto provando da anni ma non trovo il coraggio…”
Hadley scappa e arriva un messaggio sul cellulare di Ava
Aria : Devo andare in Papuasia a conoscere nostro figlio
Caleb : No, andrai tu da sola… altro che lavorare, devi rilassarti e pensare al bambino. Ti prometto che ti creerò la migliore app di sempre.
Hanna : Oh Caleb che bel pensiero, ma sarà pronta in pochi giorni vero?
Caleb : Si, assumerò qualcuno e mi farò aiutare.
Brad : Abbiamo trovato il cadavere di Addison Derringer.
Brad : Vi consiglio di non lasciare la città, scoprirò chi l’ha uccisa.
Tutte : “Sono tornata, so tutto e vi distruggerò una volta per tutte –B”
Addison : Così sei Claire, tutta casa e chiesa di giorno e Raquel, spogliarellista e schiava del sesso di notte.. dico bene ?
Claire : Scusami ma devi aver sbagliato persona .
Addison : Non credo proprio
Claire  se ne sta per andare ma Addison la ferma…
Addison: Il tatuaggio Claire, non l’hai coperto bene col fondotinta
Caleb : Brenda ??? Che ci fai qui ?
Brenda : Hai messo un annuncio dove cercavi un programmatore senior no?
Ava : Capirai, la più popolare sia in vita che dopo la morte
Quando le ragazze escono, squillano tutti e quattro i cellulari e arriva un messaggio :

“Mi avete colpito e io colpirò voi… Cadrete una dopo l’altra – B”
Addison : Ah e quindi rubi tu i soldi ottenuti in modo losco ? Non me lo sarei mai aspettato da te, Ava
Ava : Ti prego non dirlo a nessuno, mia sorella ha bisogno di quei soldi. Senza quelli, morirà, devo salvarla.
Addison : Non ti preoccupare, sarà il nostro segreto… le amiche condividono i segreti, non lo dirò a nessuno…

pretty little liars

INTERNO – MATTINA – LICEO DI ROSEWOOD

Le ragazze sono in corridoio e discutono della seduta di Ava.


Claire: Ava, ma allora è stato davvero così tremendo?
Ava: Si, ragazze tanto che sono scappata da quel lettino
Willa: Ma perché?
Hadley: Non ti ha messo a suo agio ? Strano, ho sentito dire che sembra di parlare con un tuo familiare.
Ava: Si ma non è quello
Willa: E allora dicci cosa è…. Dobbiamo andare tutte noi e se è qualcosa di traumatico, io non vado.
Hadley: Ma non sarà nulla di traumatico, vero Ava ?
Ava: No, ragazze la dott.essa Choc mette a suo agio però ti fa ricordare delle cose che probabilmente non avresti voluto ricordare.
Claire: Ma Ava è proprio quello il motivo per cui sei andata, dobbiamo ricordare che cosa abbiamo fatto e perché B ce l’ha tanto con noi.
Ava: Si, lo so ragazze ma è stato troppo, davvero troppo.
Willa: Ava non ti ho mai vista così, sei ancora sconvolta.
Hadley : Allora chi va di noi, per chi devo prenotare?
Claire: No ragazze, non so voi ma io passo
Willa : Scusa Had, ma neanche io me la sento
Hadley: Ok ho capito andrò io… ma hai ricordato qualcosa che ci può aiutare ?
Ava: No ho ricordato qualcosa che riguarda me, solo me stessa e basta, devo ancora capire che cosa può voler dire e non sono pronta per parlarvene.
Claire: Prenditi il tuo tempo
Hadley : Si, certe cose è meglio dirle quando si è sicuri di saperne il significato
Willa: Eh… sono d’accordo

Vediamo una busta sul tavolo del professor Ducati, nella busta c’è la foto che -B ha stampato nel precedente episodio.

SIGLA

ESTERNO – MATTINA – SET DI “NOW AND THEN”


Ezra è sul set del film con un’attrice di nome Polla.

Ezra : Tu devi essere l’attrice che interpreta Aria vero?
Polla: Si, tu sei il famoso produttore Ezra Fitz, no?
Ezra : Famoso… ho diretto delle pubblicità di divani, non so se ti riferisci a quelli
Polla: Si, per me sei famoso… sei un uomo che ha un’azienda, sei un uomo che sa quello che vuole.
Ezra : Si e sono anche sposato.
Polla: Ah non sono gelosa ahahahha. Sai io sogno un futuro top, ho studiato per tutta la mia vita per avere questo ruolo e non intendo farmelo sfuggire. Non voglio stare con dei polli ma con uomini di successo come te.
Ezra: Ah quindi conosci la vita di mia moglie Aria ?
Polla: Si, so che lavora nel campo della moda.
Ezra: No, lavora nel campo dell’editoria. La moda è il suo hobby
Polla: Ah ma non parliamo di lei, io sono tutta sola, tu sei tutto solo, ci prendiamo un drink stasera ?
Ezra: Mi spiace ma non posso prendere i drink con le mie attrici e fai bene attenzione a mia moglie… una volta ha fatto cadere una ragazza da un palco e non ci provava nemmeno…
Polla: NCS ma capisco, ok torno a ripassare la parte. Spero di essere presa.

INTERNO – MATTINA – CASA DILAURENTIS/FIELDS


Emily sta preparando la colazione con le bambine quando arriva Alison già vestita.

Emily: Che dici Lily, piacerà alla mamma questa marmellata alle pere… o forse è meglio questa alle arance. Si prepariamole anche due fette biscottate imburrate. Oh Alison.
Alison: Buongiorno Em.
Emily: Alison, non fai neanche colazione ?
Alison : No, ho fretta, sono già in ritardo, mi aspetta il detective Straight.
Emily: Ma sono le 9 del mattino, che vuole questo detective da te ?
Alison: Mi dispiace Em, ma non posso parlartene
Emily: E a che ora torni?
Alison: Non lo so, spero di essere a casa dopo pranzo
Emily: Ma alle 13 abbiamo l’appuntamento con GianFrancesca.
Alison : Con chi scusa ?
Emily: La wedding planner. Oggi ci deve parlare delle sue idee sulla location
Alison: Ah quella che non si capisce neanche quando parla, vai tu, tanto mi sa che sei l’unica al mondo a capirla.
Emily: Ma è il nostro matrimonio, dovremmo decidere insieme…
Alison: Ah ora dovremmo decidere insieme ? L’altra sera non mi hai calcolato e ti sei messa a ridere con quel trionfo di trash, mentre io cercavo di capire che cosa stesse dicendo. Ho capito solo che mi ha chiamato Paige.
Emily : Ma dai che si è confusa, le ho parlato di Paige e ha fatto 2+2
Alison : Certo se le hai parlato di Paige è normale pensare che io sia Paige.
Emily: E tu che te ne sei andata, pensi che mi abbia fatto fare una bella figura? Hai parlato di questo detective, chissà cosa avrà pensato GianFrancesca.
Alison: Ma chi se ne frega di che pensa quella…buona giornata. (sbattendo la porta)

INTERNO – MATTINA – LICEO DI ROSEWOOD

MV5BMjIxMzYyNjMwNl5BMl5BanBnXkFtZTcwNzUxMjM1Ng@@._V1_

Willa

Willa è nel corridoio, si avvicina un ragazzo e lei tenta di allontanarlo. Sta guardando il suo cellulare quando appare un ragazzo moro.

Ragazzo: Sei Willa Rose? Sono Bernardo LaMazza, sei la ragazza più bella del liceo, ti va di venire al cinema con me stasera ?
Willa : Ti ringrazio ma non posso, mio padre non mi lascia uscire la sera.
Ragazzo: Beh allora oggi pomeriggio, ti passo a prendere e facciamo un giro in moto
Willa: Grazie ma ho già un impegno.
Ragazzo: Ho capito, posso darti questo? E’ un disegno che ho fatto pensando a te.
Willa : Grazie

Il ragazzo si allontana e si avvicina Maddy.


Maddy: Willa, complimentoni, hai fatto colpo su Bernardo LaMazza.
Willa : Su chi ?
Maddy: Il più figo della scuola… le mie amiche ci provano da quando è iniziata la scuola e non le dà corda e invece a te porta i disegni.
Willa: Ah, scusa ma devo andare in classe…

Willa butta nel cestino il disegno di Bernardo, che viene recuperato da Maddy.

INTERNO – MATTINA – UFFICIO DEL DETECTIVE STRAIGHT


Il Detective Straight fa entrare Alison nel suo ufficio.

Alison: Salve detective, allora ha avuto novità su quel vestito?
Brad: Nessuna, la scientifica lo sta analizzando e dovrei avere delle risposte nei prossimi giorni. Se non le dispiace signora DiLaurentis, riprendiamo il suo racconto
Alison: Ah sarà molto difficile andare avanti ma ci proverò… avevo giurato a Cyrus che non me ne sarei mai andata da casa sua se no lui avrebbe rivelato a tutti che ero viva ma non riuscii a mantenere la promessa quando seppi che la mia cara amica, oggi fidanzata, Emily era in pericolo e decisi di rischiare il tutto per tutto per salvarla. Mi misi d’accordo con suo padre e andai a Rosewood e riuscii a salvarle la vita, a tirarla fuori in tempo. Fui molto contenta di vederla e al mio ritorno scoprii che Cyrus non si era accorto di nulla, suo padre mi aveva coperto dicendo che ero andata a comprare del materiale per lui. Purtroppo però la cosa si dovette ripetere per altre due volte quando la mia amica Aria era vittima della nuova fidanzata di suo padre, che voleva rubare i miei diari per evitare che si venisse a sapere che aveva abortito in segreto e quando la mia amica Spencer venne rinchiusa al Radley e tutti la credevano pazza. Dovevo andare da loro per aiutarle, erano le mie più care amiche e dovevo farlo. Purtroppo però Geppetto non riuscì a coprirmi e Cyrus scoprì tutto. Quando tornai lo trovai sulla porta ad aspettarmi, mi prese e mi fece cadere dalle scale, poi prese un coltello e mi ferì al ginocchio…. Sento ancora quella ferita dopo tutti questi anni…. Mi fece male, molto male, provai a fargli capire che le mie amiche rischiavano di morire ma a lui non interessava, più provavo a scusarmi, più mi picchiava. Urlavo ma nessuno mi sentiva, eravamo in un sotterraneo io e lui e nessuno poteva sentire la mia disperazione. Mi scusi detective avrebbe un bicchiere d’acqua ?
Brad : Certo, signora DiLaurentis, facciamo così, continuiamo domani, ho un interrogatorio da fare e lei è visibilmente provata.
Alison: Ok allora la saluto, a domani.

INTERNO – MATTINA – UFFICIO DI GIANFRANCESCA PICOZZI


Emily si trova nell’ufficio di GianFrancesca.

GianFrancesca: We nennè, e com’è ca stai sola sola? Allison aró l’hai mes?”
Emily: Si chiama Alison e non è potuta venire.
GianFrancesca: Ma foss succies coccos c’o marisciall?
Emily: No, è a scuola… allora parliamo di questo matrimonio?
GianFrancesca: A faccia mia e com nun putimm parlà! Allora inizialmente stevo pensando che le maniglie del castello essan essr in oro zecchino, com i soldini e Pinocchio, c simm miezz a tavola iamm a cogliere dueddue rose e le pittiamo di blu e miezz e ros due candele a forma di faggianella bianca. E’ tovagl anna essr di pizzo, possiamo usare quelle del corredo di nonna Ciruzza mia, pace all’anima santa soja. Rind a sala i muri li foderiamo di edera arrampicata cu limoni e Sorrento, puparuoli piccanti e corni di capra contro il malocchio..
Emily: Si, però passiamo dal castello al centrotavola ?
GianFrancesca: E tien raggion pur tu oi! Mi devi perdonare nennè ma in songo appassionafa e stevo pensando al matrimonio mio! Per entrare al castello possiamo ausare na carrozza trainata da pony pomellati e davanti all’entrata c mttimm n’arc e palloncini sfuscsia con i coriandoli dentro che poi pi facciamo scassare ra e’ criatur cu na mazzarella chiena chiena e luccichini!
Emily: Bambine? Si, potremmo farlo fare a Lily e Grace.
GianFrancesca: E chi so ste criature?nipotine vostre?
Emily: No, le nostre figlie.
GianFrancesca: Uuuuh mamma mia e che bellezza! P ‘o buffè nu pranz luongo luongo e ci schiaffamm dduj antipast, dduj prim e dduj secondi e tra na portata e l’altra nu bell concertin e nu cantant verac! Puoi scegliere tra Annarella, Peppin u scurnacchiat e Katiuscia e femmena e strada!
Emily: Ci sai proprio fare eh…
GianFrancesca : E allora te l’aggio addetto ca i fatic c’o cor! A conclusion na bella torta e diec strati e na a tarantella e di buon augurio!”.
Emily: La Tarantella ? non è meglio qualcosa di più romantico?
GianFrancesca:  Nun s po dicer e no alla tarantella si parlamm e matrimonio alla Picozze, nennè, come bomboniere aggio pensato a delle miniature che rappresentano na mmerd e vacc cu nu per ngopp, che portano bene!.
Emily la guarda e sorride in modo piuttosto dubbioso…

INTERNO – POMERIGGIO – NIGHT CLUB

C_2_foto_51961_image (1)

Dom

Il professor Ducati si è recato al night club ma c’è solo il barman.

Dom: C’è nessuno??
Barman: Dom, il locale è chiuso, sai benissimo che apre alle 23.
Dom: Lo so, ma speravo di parlare col proprietario.
Barman: Non c’è. Come ti posso aiutare ?
Dom: Conosci una ragazza di nome Claire, che fa la spogliarellista qui?
Barman: Non c’è nessuna Claire.
Dom: Andiamo amico, è importante
Barman: Hai una foto ? Sai non memorizzo molto bene i nomi delle ragazze ma altro si.
Dom mostra la foto di Claire che le ha mandato – B
Barman: Ma questa è Raquel !
Dom: No, lei si chiama Claire e ha 15 anni.
Barman: Amico, non dire balle, con quel corpo ne ha almeno 18.
Dom:  Ti dico di no, va ancora al liceo
Barman: Ma è assurdo, Alexsander non avrebbe mai permesso a una minorenne di esibirsi. Sai bene che spettacolini sono.
Dom: Lo so probabilmente ha fornito documenti falsi. Ma tu mi devi aiutare, dobbiamo liberare questa ragazza e farle vivere la sua vita.
Barman: Saprei io come farle vivere la vita
Dom: ALT. Ricordati che è minorenne.
Barman: Ma scherzavo. Ora ne parlo con Alexsander e vedo di risolvere sto casino. Non la prenderà bene.
Dom: Lo so, grazie.

INTERNO – POMERIGGIO – SALA GIOCHI


Ava sta lavorando alla cassa quando arriva il suo capo Tamarro.

Ava: Signore, ecco il suo resto.
Tamarro : Ammazza Ava, sei sempre più brava. Fatte abbraccicà.
Ava : Grazie Tamarro, com’è andata in palestra ?
Tamarro: Non ho ancora finito, me sto accallando, so’ passato solo a vedè come annava. Ma qui va sempre bene grazie a te. Almeno te non me rompi le palle.
Ava: Grazie ma faccio solo il mio lavoro
Tamarro: No Ava, sì nà ragazza da acchiappà , non sì come la mia ex, Coatta che faceva la cubista nei locali, faceva la lap dance intorno al palo, ‘mbriaca come una cucuzza, facendo vedere er culo a tutti e la dovevo mantenere, le ho dato er meglio de me e mà lasciato.
Ava: Mi dispiace tanto Tamarro, ecco perché non la vedevo più con te.
Tamarro: Aripeto, menomale che ci sei tu che porti avanti sta baracca e me permetti de sfogamme in palestra… con te sto in una botte de ferro. Non vojo accoramme pe’ lei. Ormai m’arimbalza.

INTERNO – POMERIGGIO – UFFICIO DELLA DOTT.ESSA CHOC


Hadley è pronta sul lettino della dott.essa Choc per la sua seduta.

Carnelita: Allora Hadley sei pronta? Spero vada meglio della tua amica. A proposito come sta ?
Hadley: Bene, mi ha chiesto di chiederle scusa da parte sua ma aveva un impegno importante ed è dovuta scappare.
Carmelita: Nessun problema, mi ero preoccupata per lei,. Sai per me è come una figlia.
Hadley: Si, comunque sono pronta.
Carmelita: Allora iniziamo… chiudi gli occhi e dimmi che cosa vedi…
Parte il flashback di Hadley con Addison a casa di Hadley.

Addison: Ma sei sicura che sia qui il libro di tua madre ?
Hadley: Mia madre ha detto di si… deve essere in questa libreria
Addison: Ma non possiamo certo stare tutto il pomeriggio qua
Hadley: Addi, se vuoi andare, ti chiamo quando l’avrò trovato.
Addison: No dai stupidina scherzavo, ti aiuto… dai forse ho trovato qualcosa… Maya St.Germain. Chi è Maya ?
Hadley: Mia zia
Addison: Ma questo è un diario segreto… “Caro diario, oggi ho avuto la conferma che Alison DiLaurentis è viva e non so se dirlo ad Emily, ho paura che mi lasci una volta scoperto che Alison è viva. Non lo vuole ammettere ma sono convinta che sia innamorata di lei”
Hadley: La smetti di leggere cose private e mi dai una mano a cercare il libro?
Addison: Ma non hai capito… Alison DILaurentis e Emily, quelle stronze della prof.essa di letteratura inglese e la coach di nuoto… tua zia aveva scoperto che era viva e di sicuro l’ha detto a Emily e lei non l’ha cercata per stare con tua zia. Posso usare questo diario per farle lasciare, bleah mi fanno vomitare.
Hadley: No Addi, quello è un diario privato di mia zia, non ti permetterò di prenderlo.
Addison: Vediamo se riesci a prendermi…

Addison corre col diario fuori da casa St.Germain e l’immagine torna ai giorni nostri.
Carmelita: allora Hadley che hai ricordato?
Hadley: Maya sapeva e Addison ha preso il diario.
Carmelita: Bene, chi è Maya e che cosa sapeva?
Hadley: Mi scusi dott.essa Choc, ora devo andare ma mi è stata davvero molto d’aiuto.
Carmelita: Mi fa piacere cara Hadley, l’ho fatto col cuore. Dì alla tua amica Willa che domani può venire.
Hadley: Glielo dirò. Grazie ancora.
INTERNO – SERA – NIGHTCLUB

MV5BYTcwZjQwMjYtMjNhOC00NTM5LWI3YmItMGIxMTgxZGY3NDdmL2ltYWdlXkEyXkFqcGdeQXVyNzA5OTc4MzE@._V1_UX214_CR0,0,214,317_AL_ (1)

Claire

Claire entra nel locale ma il suo pass non è valido.

Claire: Franklin, ci deve essere un errore, mi dice PASS NON VALIDO.
Franklin: Nessun errore, non puoi entrare, Claire.
Claire: Chi è Claire? Io sono Raquel
Franklin: Raccontalo a un altro… buona serata Claire.

Claire sta per andare via quando viene chiamata dal prof Ducati in macchina.

Dom: Claire, sali in macchina.
Claire: Prof… Prof Ducati, che ci fa qui ? E perché dovrei salire in macchina?
Dom: Dobbiamo parlare, sali che ti accompagno a casa.
Claire: Ho la mia macchina.
Dom: Allora sali che dobbiamo parlare…

INTERNO – SERA – SCENA B FINALE

Vediamo B inviare un messaggio

“Non so come dirtelo, ci sto provando da anni ma non trovo il coraggio per dirti che ti amo Hadley. Sei tutto per me, non ce la faccio a esserti solo amica”

FINE

Scritto da Marco Archibald Drake
Diretto da Marco Archibald Drake
Revisionato da Greta Hamad e Claudia Lamastra
Per l’accento di GianFrancesca si ringrazia Emma Kebabenito Brancato.

copione8x04

personaggi8x04

8x04

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...